I Leoni Morti"SAINT PAULIEN" LA BATTAGLIA DI BERLINO

"Saint-Paulien"

Saint-Paulien è lo pseudonimo di M.I. Sicard, che giovanissimo, fù il braccio destro di Jacques Doroit. il presidente del "Parti Populaire Francais", considerato dal 1936 al 1945 il partito "fascista" francese per eccellenza.

Sicard, nel 1946, fu condannato ai lavori forzati a vita: si consegnò volontariamente alla polizia francese nel 1957 e fu quindi amnistiato. Romanziere, storico, saggista, critico e grande corrispondente, è stato premiato due volte dall'Accademia Francese per la sua attività di storico.

"I Leoni Morti" appartengono anch'essi alla storia, pur se l'Autore definisce "romanzo" questa sua opera, che venne così giudicata dal colonnello delle S.S. Otto Skorzeny nella rivista tedesca "Das RitterKreuz", organo dei Cavalieri della Croce Tedesca: Posso affermare che gli ultimi combattimenti svoltisi attorno alla Cancelleria del Reich sono descritti da Saint-Paulien con rigorosa esattezza impegno tutti I miei camerati a leggere questo libro, e posso solo rimpiangere che un'opera siffatta non sia stata scritta da un tedesco.

"Saint-Paulien"

I LEONI MORTI

"Les Lions Morts"

Non vi è truppa al mondo che si sia battuta con maggior coraggio di questo pugno di Francesi in lotta, nel cuore stesso dell Europa, per un chilometro quadrato di rovine.
Non vi è soldato che non debba, da soldato, rendere loro omaggio.
Non un solo uomo, che sappia difendere le sue idee con la propria pelle, dovrà mancare di salutarli...

"...posso affermare che gli ultimi combattimenti svoltisi attorno alla Cancelleria del Reich sono descritti da Saint-Pailien con rigorosa esattezza..."
Otto Skorzeny

ENTRA